Consulenze

Il testo completo dell'accordo in formato PDF (17,6 KB)

Convenzione


Accordo FNDI - Studio Pierantozzi (ingresso riservato ai Soci, per accedere effettuare il log in)

Assistenza e consulenza per il recupero IVA all'estero - Manifestazioni fieristiche

Convenzione  FNDI-FEDERVARIE / STUDIO CONCA

Caratteristiche del servizio

Spese per le quali può essere richiesto il rimborso:
- affitto superficie stand
- spese di allacciamento elettrico, acqua, telefono etc.
- noleggio arredamento stand
- parcheggio
- tessere d’ingresso
- acquisto piante e fiori per stand
- servizio interpretariato
- spese alberghiere con fattura intestata alla ditta
- spese ristorante con fattura intestata alla ditta
- taxi
- benzina e gasolio
- smaltimento rifiuti
- riparazioni auto

Paesi e tempi di rimborso
mediamente impiegati dai Ministeri esteri ad effettuare il rimborso a partire dalla data di presentazione della richiesta:

Germania        6 mesi
Francia           2 mesi
Inghilterra       5-6 mesi
Spagna           6 mesi, in alcuni casi anche entro 3 mesi
Belgio             6 mesi
Lussemburgo  6 mesi
Paesi Bassi     4 mesi
Portogallo      6 mesi

  • Lo Studio opera assolutamente senza intermediari, in diretto contatto con gli stessi Ministeri competenti, garantendo perciò un servizio a tariffe concorrenziali e con tempi di rimborso largamente abbreviati.
  • L’onorario dello Studio sarà corrisposto solamente a rimborso avvenuto
  • Il rimborso perverrà direttamente dai Ministeri esteri sul conto corrente bancario delle Aziende richiedenti senza alcuna trattenuta da parte dello Studio Conca
  • Nel caso in cui i Ministeri non dovessero accettare per loro validi motivi il rimborso, lo Studio Conca non richiederà alcun compenso all’Azienda richiedente
  • Il servizio comprende la consulenza, la gestione, la verifica e la compilazione completa del formulario della richiesta di rimborso, oltre al continuo monitoraggio da parte dello Studio Conca della pratica presso i Ministeri esteri fino al suo esito finale. 

Agevolazione per i Soci FNDI : sconto del 10% sui compensi richiesti dallo Studio Conca.

Per usufruire dello sconto contattare lo Studio e presentare la dichiarazione di appartenenza "FNDI - FEDERVARIE”

STUDIO CONCA di Conca Nadia Patrizia
Fraz. Serravalle 72
14020 Asti - AT
Tel. 0141.29.41.35 – 0141.29.41.87
Fax. 0141.29.48.88
studioconca@libero.it

Terzo bando INAIL - Programmi di adeguamento strutturale e organizzativo

Nella Gazzetta Ufficiale n. 39 dello scorso 16 febbraio   è stato pubblicato l’atteso comunicato relativo al terzo bando per la presentazione all’Inail delle domande di finanziamento di programmi di adeguamento strutturale e organizzativo delle PMI in generale (oltre che dei settori agricoltura e artigianato) alle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro (art. 23, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n. 38/2000).

Il bando, consultabile sul sito internet dell’Inail, ricalca sostanzialmente il precedente e si è reso necessario per consentire l’impiego della quota di risorse rimasta inutilizzata (60,3 milioni di €) per finanziamenti in conto interessi, mentre deve essere ancora quantificato l'importo destinato ai finanziamenti in conto capitale.


Nel rinviare al testo del bando e alle relative istruzioni presenti nel sito internet dell'Inail, evidenziamo alcuni aspetti di particolare interesse.


Riguardo ai finanziamenti in conto interessi, le relative risorse restano ripartite:

  • ­su base regionale, secondo gli importi indicati in una apposita tabella allegata al bando;
  • tra gli assi di finanziamento di cui all'art. 7 del Regolamento, secondo le misure percentuali previste dal successivo art. 8 
  • in ragione di linee di credito bancario variabili, per ciascun finanziamento, da un minimo di 10.329 € ad un massimo di 154.937 € (con copertura, da parte dell’Inail, dei relativi interessi, oneri e spese accessorie).

La domanda per l’accesso ai finanziamenti, il cui iter è compiutamente descritto nel bando, deve essere predisposta esclusivamente utilizzando una procedura informatizzata (scaricabile dal sito dell'Inail o disponibile su Cd-rom presso le sedi dell'Istituto).

Il file prodotto dal programma dovrà essere presentato in forma diretta, via internet o per posta ordinaria (con le avvertenze riportate nel bando relativamente a ciascuna delle suddette modalità) alla Sede dell'Istituto tra quelle indicate nell'apposito elenco nel cui ambito di competenza territoriale è localizzata l'unità produttiva alla quale si riferisce il programma.

Con riferimento alle tipologie di interventi prevenzionali finanziabili, evidenziamo il passo del bando nel quale si considerano ammissibili solamente le domande per il finanziamento di interventi realizzati dalle imprese successivamente alla data di presentazione della domanda stessa.

Il termine di presentazione delle domande é fissato - a pena di esclusione della domanda - nei trenta giorni successivi alla scadenza del quarantacinquesimo giorno dalla pubblicazione del bando nella G.U.. Pertanto, essendo il bando pubblicato nella GU del 16 febbraio 2006, le domande dovranno essere presentate, a pena di esclusione,  a partire da lunedì 3 aprile e fino al successivo 2 maggio 2006.

Gli Istituti di credito da indicare nella domanda di finanziamento, ai quali sono stati affidati i servizi bancari connessi alla realizzazione dell'iniziativa, sono online nell'elenco pubblicato  nel sito Internet dell'Inail: questi provvederanno, secondo le indicazioni riportate nel bando, ad effettuare l'istruttoria bancaria e a concedere i finanziamenti dietro autorizzazione dell'Inail.

I finanziamenti saranno erogati alle imprese in coincidenza di quattro scadenze - previste per la fine del sesto, dodicesimo, diciottesimo e ventiquattresimo mese dalla data di apertura della linea di credito - e possono essere prelevati in unica soluzione ovvero con prelievi parziali distribuiti sulle quattro scadenze indicate.

La restituzione dei finanziamenti agevolati, per i quali il contributo dell'Inail coprirà la totalità dei costi per interessi, oneri e spese accessorie (rimanendo a carico delle imprese tutti gli altri costi, quali, ad esempio, gli eventuali interessi di mora, gli oneri fiscali e quelli relativi alla stipula del contratto di finanziamento agevolato con la banca), avverrà secondo i piani di ammortamento (per un massimo di cinque anni dalla data di concessione del contributo) in rate semestrali a quota capitale costante, che verranno comunicati dalle banche alle aziende.


Riguardo ai finanziamenti in conto capitale, essi saranno erogati - previa specifica indicazione dell'azienda già nella compilazione del modulo relativo alla richiesta di finanziamento in conto interessi - per programmi di adeguamento che abbiano già ottenuto il finanziamento in conto interessi e che presentino caratteristiche di particolare valenza e qualità ai fini prevenzionali e di estensibilità ad altre realtà produttive.

Le risorse finanziarie disponibili saranno successivamente individuate dall'Inail e saranno ripartite secondo i criteri previsti dal bando.

L'Istituto, nel comunicare l'ammissione al finanziamento in conto interessi, trasmetterà, alle aziende che abbiano fatto la predetta apposita richiesta, la modulistica per la presentazione della domanda di finanziamento in conto capitale e della ulteriore documentazione tecnica utile alla valutazione delle caratteristiche del programma ed alla successiva concessione del finanziamento in conto capitale.

I termini e le modalità per l'inoltro all'Istituto della domanda di finanziamento in conto capitale saranno precisati nella comunicazione che l'Inail trasmetterà alle aziende in ordine alla avvenuta ammissione al finanziamento in conto interessi.

La concessione del finanziamento in conto capitale - rimessa alla competenza del Consiglio di Amministrazione dell'Istituto - verrà comunicata sia all'azienda che all'Istituto di credito prescelto.

Una volta quantificate, le somme relative al finanziamento in conto capitale assunto dall'Inail verranno versate dall'Istituto direttamente alle banche, a rimborso dei corrispondenti importi che le imprese, già destinatarie del finanziamento in conto interessi, dovrebbero restituire, a titolo di capitale, alle stesse banche.

Ovviamente, resterà a carico delle imprese interessate la restituzione della quota parte di finanziamento in conto capitale  eventualmente eccedente l'importo coperto dall'Inail. Gli istituti di credito, in quest'ultimo caso, procederanno a ricalcolare il piano di ammortamento delle somme concesse a titolo di finanziamento in conto interessi.

Ci riserviamo di intervenire nuovamente sull'argomento, in occasione di eventuali chiarimenti da parte dell'Istituto.


 

24 febbraio 2006

Risponde l'esperto on-line

Servizio gratuito di consulenza sulle tematiche legislative e di contrattualistica del lavoro.
 Curato dallo Studio Stella Marchioro riguarda tutti gli argomenti di interesse di un'impresa della distribuzione industriale:
 - Rapporti di agenzia commerciale e di intermediazione in genere
 - Rapporti di lavoro subordinato
 - Aspetti e problematiche legislative e contrattuali;
 - Approfondimenti, anche giurisprudenziali, in merito a particolari problematiche;
 - Rapporti con gli Organismi Istituzionali ed Ispettivi ( Enasarco, D.p.l. , I.n.p.s., I.n.a.i.l., ecc.);
 - Assistenza per la gestione amministrativa dei versamenti contributivi Enasarco;
 - Problematiche fiscali inerenti i rapporti di agenzia commerciale;
 - Contenzioso amministrativo e sindacale;
 Per usufruirne invia il tuo quesito alla casella e-mail consulenza.lavoro@fndi.it .
 La risposta arriverà alla tua casella di posta elettronica in tempi rapidi, proporzionali alla complessità della domanda.
 La qualità del servizio è garantita dalla specializzazione e dall'esperienza dello Studio Stella Marchioro, che amministra gli adempimenti di circa 6.000 rapporti di lavoro per conto di più di 250 aziende operanti nei vari settori economici (occupandosi di tutte le pratiche relative alla amministrazione del personale dipendente) e in più può vantare rapporti e contratti di consulenza e di collaborazione con significative aziende del nostro settore.

Basilea 2

Dal 1 gennaio 2006 le banche saranno tenute, in base agli accordi noti come "Basilea 2", ad eseguire sui propri clienti una valutazione del rischio (rating) in base alla quale commisurare l'entità ed il costo dei finanziamenti accordati. In realtà la maggior parte degli istituti di credito, più o meno informalmente, sta già operando secondo queste logiche.

Basilea 2 avrà effetto anche sulle erogazioni dei contributi previsti dalla Legge 488/92, l'accesso sarà infatti vincolato all'istruttoria bancaria per la valutazione del merito creditizio.


Le iniziative di FNDI sul tema:

"Basilea 2: cosa cambia nel rapporto tra Banca e Impresa"
 

Atti del Seminario

Servizio FNDI Rating

L'accordo di collaborazione perfezionato con lo Studio Pierantozzi, si propone di fornire ai Soci FNDI un contributo concreto nella direzione della modernizzazione e della crescita delle aziende della distribuzione industriale tramite un chiaro ed efficace sistema di monitoraggio delle gestione aziendale sotto il profilo dei costi, della redditività e della struttura finanziaria.

La proposta è rivolta non solo a tutte quelle Aziende che desiderino verificare il grado di efficienza ed efficacia dei sistemi di pianificazione e controllo già funzionanti, ma anche a tutti coloro che, per qualsiasi motivo, fossero in tutto o in parte sprovvisti di tali sistemi.

Novità amministrative, societarie e tributarie
Le principali novità amministrative, societarie e tributarie nei bollettini periodici redatti per i Soci FNDI dallo Studio Floreani Meucci & Associati, società di dottori commercialisti tra le più prestigiose del settore. Un aggiornamento costante online su tutte le problematiche fiscali e gestionali, un contributo pratico nell'attività quotidiana di organizzazione e direzione della tua Azienda.

Ingresso area riservata ai soci
Per accedere a questa sezione è necessario effettuare il log-in.

Adempimenty Privacy

Vademecum - esempi pratici per l'adozione delle misure minime di sicurezza (ingresso riservato ai Soci)

Normativa in materia di privacy